Preaload Image

Nonni – Testimonianza ed Eredità

“I bambini e i nonni sono la speranza di un popolo.
I bambini, i giovani perché lo porteranno avanti, porteranno avanti questo popolo; e i nonni perché hanno la saggezza della storia, sono la memoria di un popolo. ”
- Papa Francesco -

 

L'Etiopia ed il Benin sono terre che da anni conosciamo, che abbiamo vissuto, della quali abbiamo assaporato i colori, i sapori, ne abbiamo scoperto i valori ed apprezzato le tradizioni. Abbiamo incontrato persone che ci hanno accolto sempre come fratelli ed ascoltato storie che si tramandano di generazione in generazione. Nel vivere queste esperienze è stato invitabile scoprire quanto importante sia la testimonianza che i nonni e gli anziani dei villaggi stiano lasciando in eredità ai lori figli ed ai loro nipoti, ma anche a noi e a tutti i cittadini del mondo.

 

Il ruolo dei nonni, spesso, e non solo in certi luoghi, è educativo oltre che psicologico. In una società fatta di assenza di lavoro e diritti, dove ogni membro della famiglia deve contribuire affinché si possa avere cibo a sufficienza per tutti, spesso sono proprio i nonni a prendere in carico i piccoli di casa, magari evitando di lasciarli abbandonati a loro stessi. Sono i più anziani, o le sorelle maggiori della famiglia, ad occuparsi quotidianamente della cura dei bambini, soprattutto nei primissimi anni dell’infanzia, quando le mamme si recano nei mercati per procurare del cibo ed i padri escono nelle prime ore del giorno per portare gli animali al pascolo . Il legame tra nonno e nipote corrisponde allo sviluppo di un grande senso di appartenenza reciproco, all’interno del quale ciascuno aiuta l’altro.
In un viaggio che abbiamo fatto nel luglio del 2019 abbiamo fatto visita ad un centro di fisioterapia a Talitakum, un viaggio nel nord del Benin, dove un'eroica fisioterapista, affiancata soltanto da un ortopedico, cerca di aiutare dei piccoli bambini a risolvere delle malformazioni, spesso facilmente curabili, dei loro piedi. Non a caso molti di questi venivano accompagnati ed accuditi dalle nonne, che li consolavano e li aiutavano durante gli esercizi spesso dolorosi per i loro piedi così piccoli. Sono dei ricordi, questi, che porteremo sempre con noi perché ci ricordano quanto sia importante avere qualcuno che ci fa sentire amati e protetti ed al quale noi tutti forse dovremmo essere più riconoscenti.

In Rwanda c'è un detto che fa capire infatti quanto, attraverso la loro testimonianza di vita e la loro esperienza, i nonni e le persone anziane possano essere le nostre guide ed i nostri eterni protettori:

“Il muratore invecchiato, diventa guardiano di notte."
Tutsi - Rwanda