Preaload Image

Questo progetto nasce per portare un aiuto concreto a famiglie che vivono in situazioni disperate, emarginate dalla società e con gravissime difficoltà ad avere cibo e beni di prima necessità. Anche la loro salute molto spesso è compromessa, basti pensare che dalla gente del posto vengono definiti “i lebbrosi”, tanto sono mal messi e bisognosi di tutto. Abba Marcello Signoretti, grazie all’aiuto delle suore di Madre Teresa di Calcutta a Soddo, in Etiopia, aiuta settimanalmente oltre 250 famiglie che altrimenti non riuscirebbero a sopravvivere. Nel centro “Smiling Children Town” esse vengono accolte per fare una doccia calda, lavare i loro panni, per la distribuzione settimanale di cibo e sapone e soprattutto per farsi curare le profonde ferite cutanee causate dalla malnutrizione e dalla poca igiene. Due volte l’anno, sia nella stagione “secca” che durante quella delle piogge, ricevono scarpe e vestiti nuovi.
Le suore, con il loro grande aiuto, provvedono sia alle spese mediche ed ospedaliere che a reperire i medicinali necessari; visitano inoltre i poveri laddove vivono per vedere le loro abitazioni, conoscere tutto il nucleo familiare ed intervenire dunque a seconda delle necessità.

Ricevere un contributo per esseri umani definiti gli “ultimi del mondo” significa avere un impatto concreto nelle loro vite.

Cambiarle e migliorarle ridonando speranza e dignità, per loro, per i loro figli, per un mondo migliore.

L’offerta è libera, l’aiuto sarà immenso.